Orientamento: linee guida nazionali
Pagina iniziale

Orientamento: linee guida nazionali

Orientamento: linee guida nazionali

La Conferenza Unificata Stato-Regioni ha emanato le Linee Guida Nazionali sull’Orientamento (Accordo tra Governo, Regioni ed Enti Locali sul documento recante: “Definizione delle linee guida del sistema nazionale sull’orientamento permanente”. Repertorio atti n. 136/CU del 5 dicembre 2013) per sancire il diritto all’orientamento di ogni cittadino per tutto l’arco della vita e definire le funzioni che devono essere erogate dai servizi di orientamento. Il sistema nazionale dell’orientamento prevede una “governance multilivello” ed include i diversi sistemi che accompagnano le persone nell’istruzione, nella formazione e nella ricerca del lavoro.
Uno dei concetti chiave del sistema di orientamento è la centralità della persona che, attraverso i servizi di orientamento, potrà sviluppare quelle capacità necessarie per orientarsi lungo tutto l’arco della vita. L’orientamento è infatti un bisogno complesso che emerge ogni volta che la persona è chiamata a fare una scelta professionale o è impegnata nella gestione di un cambiamento o di una fase di transizione da un contesto (formativo, professionale) ad un altro.
Per la realizzazione del diritto all’orientamento, le Linee Guida individuano cinque funzioni di supporto allo sviluppo del processo orientativo: funzione educativa, informativa, di accompagnamento a specifiche esperienze di transizione, di consulenza orientativa e di sistema.